giovedì 2 aprile 2009

20 album vissuti: Gente felice e splendente 1991

1991 - Out of time: un anno e un disco speciali.
Dopi i primi terribili due mesi con la Guerra del Golfo e il mio ricovero in ospedale per seri problemi di salute, l'anno non si annunciava tra i più promettenti. L'attesa della nascita di mio figlio, prevista in agosto, era l'unico pensiero positivo, anche se aleggiava una certo pessimismo per un mondo in guerra non si sapeva per quanto e per le mie condizioni poco rassicuranti. Dopo la Tempesta nel Deserto, il 28 febbraio la guerra si concluse e nelle settimane successive al ricovero il mio corpo cominciò a reagire positivamente ad una cura da cavallo. In primavera il nostro stato d'animo era già molto più sereno e la gioia per l'imminente evento era sempre più palpabile.
L'estate poi fu molto calda e ci passammo tutto giugno e luglio al mare in totale relax. Lei stava benissimo: ho ancora il flash del suo pancione che esce dall'acqua mentre si fa cullare dalla corrente appena due giorni prima di partorire. La colonna sonora di quei momenti fu questo disco dei R.E.M. uscito nel marzo del 1991. Ancora oggi ascoltandolo mi prende un filo di nostalgia, ma di quella positiva per un periodo indimenticabile: l'inizio della guarigione, l'estate, il mare, la nascita di nostro figlio. Ovviamente non posso non citare Shiny Happy People, brano sintonizzato sulle nostre frequenze interiori che Michael Stipe cantò con la partecipazione di Kate Pierson dei B-52's. Nel video qui sotto la versione con i Muppets, la passione di mio figlio da piccolo.
Certo pensando all'Italia di oggi tutto può venire in mente tranne "Shiny happy people holding hands" e tantomeno il domani splendente citato nella canzone, soprattutto leggendo la cronaca di questi giorni. Mi riferisco in particolare alla vicenda della giovane partoriente ivoriana denunciata dall'ospedale "religioso" Fatebenefratelli di Napoli (che bene che le hanno fatto).
Il futuro stesso tuttavia, malgrado analisi e previsioni ci funestino quotidianamente, riserva sempre cose impreviste e non per forza negative: basti pensare all'elezione di Obama. Mantenere un minimo di fiducia positivista che vada oltre l'immediato e allo stesso tempo abituarsi ad un tipo di vita più sobria, può essere la maniera per vivere meglio questo presente tendente al grigio scuro. Altri tipi di ottimismo sbandierati e ostentati dall'alto sanno invece di presa per il culo.

9 commenti:

  1. Questo ricordo ha una magnifica colonna sonora.
    Ciao ,sognatore, Lucien. ,-)

    RispondiElimina
  2. E pensare che alcuni fan "duri&puri" dei REM non apprezzano questa canzone.
    Io l'ho sempre trovata bellissima e ha fatto da colonna sonora ad un mio periodo felice in cui per una decina di giorni assistetti alla realizzazione di alcuni spot pubblicitari direttamente sul set.
    C'era il producer della troupe che elesse ufficialmente Shiny Happy People come colonna sonora della produzione e la inserì anche nei filmati di backstage.
    Un riff tra i più memorabili di sempre e poi Kate.

    RispondiElimina
  3. E' incredibile come a volte anche le canzoni più innocue & edulcorate possano significare tanto per le nostre vite e scandirne alcuni momenti cruciali. In fondo il pop è molto meno malvagio di ciò che comunemente si crede.

    RispondiElimina
  4. ficata di post!
    se i calcoli sono giusti, il tuo pargolo ha l'età di mio fratello! Superspace!

    pensare che il mio ricordo di quella estate é legato all'irlanda, la birra scura e un ragazza rossa...

    RispondiElimina
  5. Per essere fiducioso in questo periodo ho bisogno di dosi massicce di musica, dosi da cavallo
    Sussurri obliqui

    RispondiElimina
  6. @ Eazye: Thanks,il tuo ricordo godereccio non è male. L'anno è quello.

    @ Prog: Anch'io e preferisco queste di dosi rispetto a quelle della cura a cui ho accennato nel post

    RispondiElimina
  7. Per me i Rem sono "The one I love" e "swan swan hummingbird", ficcati in una cassettina dove c'erano due magnifici album dei Cowboy Junkies. Ascoltai "Green" un paio d'anni dopo anche se l'atmosfera commerciale del disco mi suonò strana, all'inizio. Ripensandoci adesso, il meme di "shiny happy people" è quello che rimane di quegli anni.

    RispondiElimina
  8. il bello di post come questo è che la musica, la colonna sonora, è già e sarà per sempre e che i ricordi, con i commenti, diventano anch'essi immortali.
    poi di quegli anni ormai resta poco.
    purtroppo.
    ciao Luka

    RispondiElimina
  9. Sarà che i muppets li adoro anche se tra poco suoneranno le 44 primavere o che assomiglio molto al personaggio color senape vicino al contrabbassista, ma questa accoppiata è semplicemente fantastica!
    Se ti và fai un giro sul mio blog!

    RispondiElimina

Welcome