giovedì 13 maggio 2010

Natalie Merchant - Leave your sleep

Per chi cerca un’alternativa alla presunta classe di Johanna Newsom e altre poshy amichette finto intellettualoidi, vale la pena di ritornare alla tradizione tout court con questo piccolo grande classico. sentireascoltare.com

Attraverso le ventisei canzoni (sedici nella versione ridotta), che diventano gli strumenti per una mappatura della musica worldwide, Nathalie Merchant costruisce il suo lavoro più coraggioso e ambizioso, dove la voglia di sperimentare nuovi modi di affrontare i suoni e le parole diventa una realtà generosa e affascinante. rootshighway.it

Leave yor sleep è un disco che va assaporato un po' alla volta come un buon cibo o un buon vino. Ventisei canzoni che non voglio raccontare: ci sono in rete già ottime recensioni. Ho solo voglia di ascoltarle. E in queste giornate di pioggia hanno un sapore particolare.

12 commenti:

  1. Avevo previsto che avresti dedicato un post a Natalie ...sarebbe stato meglio se avessi preveduto un determinante Win For Life :-(

    RispondiElimina
  2. veramente molto brava! non la conoscevo

    RispondiElimina
  3. La conoscevo di fama, ma ti confesso che non avevo mai ascoltato niente di suo. Il brano del video è molto bello, non so, ma mi hai messo voglia di andare ad ascoltare altre sue perle. Qualche altro album da consigliare?
    Baciotti da Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  4. Niente da fare, caro Lucien, pur ammirando moltissimo la ragazza, quest'album non riesce ad entrarmi nella capoccia. Comunque insisto, hai visto mai ?

    RispondiElimina
  5. come sai le ho dedicato pi� di un post. disco meraviglioso

    RispondiElimina
  6. Anni fa si diceva avesse una liason con Michael Stipe dei Rem.
    Io non l'ho mai amata. Nè lei nè i 10.000 Maniacs... Però questo disco mi incuriosisce, tutti ne parlano stra-bene. Lo ascolterò

    RispondiElimina
  7. @ Luca e Sabrina:
    Partite da questo che è bello corposo: per me è la cosa migliore che ha fatto.

    @ Harmonica:
    26 canzoni sono tante e ovvio non tutte colpiscono, ma ce ne sono diverse che hanno quel qualcosa in più (per fare altri due nomi oltre al video: Equestrienne e Griselda).

    @ Joyello:
    Neanch'io l'ho mai amata particolarmente, ma questo disco mi ha preso.

    @ Maurizio:
    Ho visto, ho visto...è da lì che è partita la mia curiosità.

    @ ReAnto:
    Per adesso non prevedo premi. Però se sei in grado di indovinare anche il mio prossimo post dovresti cambiare professione!

    RispondiElimina
  8. Niente da fare, caro Lucien, pur ammirando moltissimo la ragazza, quest'album non riesce ad entrarmi nella capoccia. Comunque insisto, hai visto mai
    ^^

    RispondiElimina
  9. @Brownnie
    che fai, copi ? ? :oP

    RispondiElimina
  10. comprato. aacoltato come hai detto tu. un po' alla volta. ma non abituarti alla mia ubbidienza in questo senso, eh?! :)

    dire che è bello il disco sarebbe offendere la ragazza con un giudizio banale.

    ecco. lei di banale non ha proprio nulla. e la voce ti porta anche dove tu sulle prime note non ci vorresti andare.

    luc, you got the touch!

    love, mod

    RispondiElimina
  11. necessita di verificare:)

    RispondiElimina

Welcome