mercoledì 13 luglio 2011

Maturità?

E così si chiude un ciclo. Gli anni passano, i figli crescono e i riti non cambiano. Solo che questo Paese da ormai vent'anni si è ammalato insieme alla sua scuola e il futuro dei nostri ragazzi è sempre più incerto e precario.
Ti ho sempre detto di continuare studiare, tanto poi ti toccherà lavorare fino 70 anni e oltre.
E' un Paese schizofrenico per ricchi e per vecchi. La durata della vita è aumentata, ci raccontano, perciò dovremmo lavorare finché siamo in grado di respirare.
E' un Paese con i diritti in base al censo; chi è benestante può comprarsi la fecondazione assistita o il diritto alla morte dolce con un viaggio all'estero.
Studiare e viaggiare ho sempre predicato: mi hai preso in parola. Hai chiesto di andare all'università in Australia (bella e impossibile); ci verrei anch'io, via e il più lontano possibile da questo Paese al capolinea.
Intanto goditi questa maturità sudata con l'orgoglio di aver ben svolto un tema impegnato e non semplice*: una traccia che i più hanno evitato come la peste.
Nessuno ti ha regalato niente, com'è giusto che sia, a differenza di alcuni tipici esemplari di facoltosi leccaculo sempre prostrati e fintamente ossequiosi. 
Goditi la tua prima estate matura e la Spagna con il suo Rototom Festival, sfrattato vergognosamente da un'Italia bigotta.
Per citare qualcuno che ben conosciamo: Per ora noi la chiameremo felicità. 

Destra e sinistra. ”I giovani e la militanza politica: riflessioni sul senso di appartenenza alle correnti politiche e sull’impegno in prima persona”. La traccia riporta frasi di Norberto Bobbio, Marcello Veneziani, Giampiero Carocci e Angelo Panebianco.

9 commenti:

  1. Infatti non la chiamano più "maturità" ma "esame di Stato". Forse dovrebbero chiamarlo "limbo", come stato permanente per quelli che non si sono liberati del peccato originale dei loro genitori.

    RispondiElimina
  2. studiare e viaggiare il pià grande insegnamento....e poi via da questo paese che non merita gli spiriti migliori. Lo dic ai miei studenti l dirò a tempo debito alle mie figlie...

    RispondiElimina
  3. @ Cirano:
    Li meriterebbe, se venissero considerati; ma purtroppo viviamo in una gerontocrazia.

    @ Francesco:
    Meglio ancora "Limbo di Stato"

    RispondiElimina
  4. e si Lus hai detto bene....... e il futuro per noi cinquantenni qual'è, forse aspettare che i nostri figli si piazzino da qualche parte del mondo che non sia l'italia per poi raggiungerli, io e mia moglie ogni tanto ci pensiamo sul fatto di quando andremo.... ah ah in pensione, lei ha 33 anni di contributi io 26 poi sono rimasto disoccupato, nostro figlio non ha voluto studiare, ma per fortuna ha un buon lavoro e la sua casa (quella della nonna)e noi bò.... forse a suo tempo (per non pesare troppo sulle sue spalle) vendere la nostra e trasferirci in un paese dove si vive con poco... la nostra casa=la pensione, ma, sono fantasie... chissà, la rabbia è che l'italia potrebbe essere il paese più virtuoso al mondo per arte, per inventiva, per adattamento, per cibo? e poi guardo mia suocera la poveretta che è in un'ospizio da 2 anni sempre a letto, non più presente, rannicchiata in posizione fetale che ti guarda, quando apre gli occhi con lo sguardo di una bambina e pensare che mi chiedeva sempre di portarla a vedere l'acqua nel fiume perchè si voleva buttare per la paura di rimanere quello che è adesso.... faceva fatica a camminare e per lei era già troppo e mia moglie che lotta perchè non gli facciano niente "ma sua madre stà bene" dicono..... e poi basta, ce ne sarebbe tanto da dire

    RispondiElimina
  5. @ Hans:
    Non c'è abuso peggiore di quello che non permette di poter disporre del proprio corpo. In questo l'Italia è leader per ipocrisia e oscurantismo.
    Sono convinto che se si facesse un referendum sulla validità del testamento biologico la stragrande maggioranza degli italiani sarebbe a favore.
    Venite con noi in Australia. ;)

    RispondiElimina
  6. WOW! non me lo dire due volte, ma quando?....... vorresti dire che dobbiamo contare su colui dalla spada di pallone?

    RispondiElimina
  7. OT
    HELP STAMP OUT LONELINESS
    ma non sarai per caso uno degli ascoltatori de L'Attimo Fuggente?

    RispondiElimina
  8. @ Hans:
    Nel post ho scritto "bella e impossibile". "Colui dalla spada di palloncino" dovrà accorciare, gioco forza, le distanze (almeno per ora).

    RispondiElimina
  9. anche la m ia primogenita mi ha preso in parole e infatti vive in america, per fortuna che c'è skype

    RispondiElimina

Welcome