venerdì 4 gennaio 2013

Disco del weekend: The Green Pajamas - Death by Misadventure

In attesa di nuove uscite (di solito gennaio è piuttosto avaro), si recuperano alcuni dischi del 2012 persi lungo la strada.
The Green Pajamas si sono formati a Seattle nel 1984 e in quasi trent'anni di attività hanno sempre mantenuto (non so quanto volontariamente) un profilo indipendente, non avendo mai firmato per una major. Quasi impossibile trovare in rete notizie in italiano su questa band di cui ignoravo l'esistenza fino a quando, grazie al sempre valido impactus, mi sono imbattuto in Death by Misadventure, il loro ultimo concept album che dopo due ascolti mi ha conquistato. L'unico sito che dedica qualche riga alla band è Scaruffi: I Green Pajamas sono una delle formazioni più sottovalutate di Seattle. Formatisi e cresciuti durante il boom del grunge, rimasero emarginati dal grande giro discografico perché il loro sound era l'antitesi del genere in voga.

Ho parlato di concept perché le prime 8 canzoni, legate tra loro, narrano una specie di fiaba intitolata The fall of the queen bee. Le influenze sono varie: dalla ballata psichedelica, alla musica folk. La seconda parte, intitolata Cruel Dreams Cruel Things, è caratterizzata da una maggiore sensibilità pop. 


2 commenti:

Welcome