lunedì 11 maggio 2009

Se ci leggi è giornalismo, se ci quereli è satira


Vi ricordate il vecchio slogan: "La fantasia al potere?". A volte ho l'impressione che si sia veramente realizzato però in modo beffardo: basta pensare a Berlusconi che fa cucù alla Merkel, più tutta la serie di altre pagliacciate che hanno aumentato il nostro prestigio internazionale. L'altro datato slogan "Una risata vi seppellirà" rischia di trasformarsi in "Un ghigno vi seppellirà": il ghigno pornografico dell'avvocato Niccolò Ghedini, fido scudiero del nano padrone che gli ha comprato l'anima pelosa. Ad Anno Zero ha apostrofato la Bonino parruccona e moralista. Fare informazione, ma anche solo satira, di fronte allo scientifico e martellante ribaltamento della realtà praticato da questi freaks masherati da politici è diventato tremendamente complicato. La rete è l'unico spazio rimasto veramente libero.
Il titolo del post è anche uno dei motti di questo sito di informazione e satira politica che raggruppa diversi autori e che nel mio piccolo ci tengo a promuovere. Bello corrosivo, pieno di idee e spunti interessanti. Mi ricorda il mitico MALE o CUORE, attualizzati ai giorni nostri. Sostenete e diffondete, we need it, specialmente in tempi come questi.

5 commenti:

  1. io mi chiedo: ma perchè devono andare i politici in tv, a che serve? E' ovvio che loro pensano che ciò che fanno sia giusto...i politici dovrebbero restare i parlamneto e dovrebbero essere politologi, giornalisti e chi di dovere a riportare e commentare ciò che fanno. Ah scusate...dimenticavo che come giornalista di punta abbiamo Vespa. Non se ne esce!

    RispondiElimina
  2. Ho dato un'occhiata al sito che hai segnalato: notevole ci sono anche, anzi ancora le notizie. Non pensavo.
    ;)

    RispondiElimina
  3. Quella puntata lì di Anno 0 ,è stata proprio uno zero. è inutile che Santoro poi si lamenti delle cririche alla trasmissione.

    RispondiElimina
  4. @Reanto: Un po' hai ragione. L'hanno tenuta troppo lunga con Berlusca e le donne, già ne avevano parlato tutti. Ci sarebbero argomenti più interessanti.

    RispondiElimina
  5. Molto bello il sito, grazie della segnalazione. Lo metterò tra i miei preferiti.
    Purtroppo in rete scriviamo/commentiamo e ci scambiamo opinioni tra noi "idealisti", difficilmente sensibilizziamo un esterno su certe magagne italiane.

    RispondiElimina

Welcome