venerdì 26 giugno 2020

1980 vs 2020, gli anniversari e gli anni che volano

Gli anni sono volati qui sulla teiera e sui blog in generale disperdendo decine di amici con cui si condividevano passioni comuni. L'avventura iniziò a fine giugno del 2008, perciò proprio in questi giorni fanno dodici. Certi post sono ormai diventati archeologia del web ma alcuni, grazie alla musica, mantengono sempre il loro valore; come questo che scrissi sull'annata 1980: si scatenò un vespaio, con discussioni che definire animate è poco. Pagine e pagine di commenti e prese di posizione.
Sono dieci album usciti tutti in quell'anno che voglio qui riproporre con una piccola modifica (col tempo si può anche cambiare idea). Dischi da avere nella propria collezione. Poi se volete facciamo il confronto con questo 2020, ma anche no. 

The Pretenders - Album omonimo
1979 (uk) - gennaio 1980 (usa)








The Cure - Seventeen Seconds
18 aprile 1980

La seconda tappa di un percorso unico che fatto di Smith e compagni uno dei pochi gruppi capaci di evolversi e resistere fino ad oggi alle mode, alle tendenze e a MTV.





Joy Division - Closer 18 luglio 1980
Un capolavoro straziante uscito pochi giorni dopo il suicidio di Ian Curtis. L'emblema del post punk e la sua stessa pietra tombale.
Heart and soul.





David Bowie - Scary Monsters 20 settembre 1980
L'atto finale di un decennio clamoroso. Il canto del cigno per il Bowie che fu: Cenere alla cenere, funk to funky, sappiamo che Major Tom è un tossico, perso nell’alto dei cieli e depresso da tanto tempo.
L'ultimo disco che comprato del duca bianco, con Fripp alla chitarra geniale.




Killing Joke - Album omonimo agosto 1980
Disco feroce e seminale che ha ispirato diversi gruppi futuri. Tribalismo, dark, metal e industrial in una miscela esplosiva.







Bauhaus - In the flat field ottobre 1980
Il dark più puro che ha avuto molti seguaci. Un disco memorabile, come le loro esibizioni dal vivo, con la presenza istrionica Peter Murphy.






Talking Heads - Remain in light ottobre 1980
Ancora oggi un disco di una modernità spiazzante.








Japan - Gentleman take polaroid
15 novembre 1980

La sensibilità compositiva e la decadenza di David Sylvian che per la prima volta collabora a pieno con Sakamoto.







The Clash - Sandinista
12 dicembre 1980

Un triplo vinile per raccontarci dove la musica sarebbe andata.







Tuxedomoon - Half Mute
Il rock come avanguardia creativa e sperimentazione non solo musicale.







13 commenti:

  1. Wow che annata! Secondo me la coda finale di un bel decennio, anche se musicalmente viene poco ricordato (si mitizzano tanto i '60 e gli '80, che io detesto ideologicamente e di conseguenza anche musicalmente, forse a torto, ma si snobbano troppo i '70, anche qui, secondo me a torto). Sandinsta su tutti, ma forse, anche qui, per simpatia ideologica 🛵.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ho sempre pensato che negli anni '70 ci sia stato il meglio (in Italia in assoluto). In fondo i '60 li hanno preparati e gli anni '80 sotto tanti aspetti sono la conseguenza delle sperimentazioni e delle idee di quel periodo.

      Elimina
  2. Io il Peter Gabriel di Biko non lo trascurerei... ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamente: gran bell'album! Ce l'ho, anche se il mio preferito è So del 1986.

      Elimina
  3. Negli anni '70, anzi nel 1970 sembra che tutti,allora, si siano messi d'impegno a scrivere il loro album master. E ci sono anche riusciti...Negli '80 grande bella musica, anche..poi, piano piano la deriva..Talking Heads, Japan, The Clash ..tutti bei lavori.
    Complimenti per i tuoi dodici anni!

    RispondiElimina
  4. Io sono piu' anni '90, vista anche l'età ma fra questi dischi c'è uno dei dischi della mia vita, Closer, e senza Joy Division e poi Bowie e i Cure sarei ben poco

    RispondiElimina
  5. Celi tutti eccetto Pretenders e quel album di Bowie, vale lo stesso ?

    ;-)

    RispondiElimina
  6. Clash e Talking Heads over the top!
    Impossibile un qualsiasi confronto anche con la migliore musica , del presente, che per fortuna non manca :)
    Complimenti per i 12 anni di blogghitudine... io ti seguo a ruota dal 2009

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Idem! :)
      Di quel periodo siamo rimasti in pochi: Tu, Alligatore, Fardrock, Nicky (il linkazzo del skritore) ReAnto...

      Elimina

Welcome