mercoledì 20 marzo 2013

Atom for Peace - Ingenue

Un po' d'anni fa, quando capitavano serate alcoliche sulla teiera volante, a volte mi esibivo in una performance ispirata a David Byrne, soprannominata il manichino impazzito, che faceva piegare dalle risate i miei amici ospiti. C'è anche un video a testimoniarlo (che per decenza non posterò mai). Questo per dire che mi sarei trovato molto bene a danzare con la coppia Thom Yorke e Fukiko Takase diretti da Garth Jennings (Guida galattica per autostoppisti).
Per quanto riguardo il disco degli Atom for Peace, l'ho dovuto masticare diverse volte. All'inizio ho trovato indigesta un'elettronica così frastagliata e minimale. Devo dire che dopo la nebbia iniziale, grazie a brani come questo, una luce eterea e piacevole ha dissolto in parte le mie reticenze senza però indurmi all'entusiasmo dei tempi in cui i Radiohead mi abbagliavano.

7 commenti:

  1. il disco solista di Yorke del 2006, the eraser se non sbaglio, come lo trovi in confronto a questo?

    RispondiElimina
  2. un disco valido, ma negli ultimi tempi thom non riesce più a essere sorprendente come un tempo. e ciò non va mica bene...

    RispondiElimina
  3. Se ti concentri sul canto che dialoga con le note basse della tastiera, l'ascolto è piu' fluido e piacevole...
    (era la seconda volta che lo ascoltavo). Mi piace, pero anch'io preferisco i Radiohead.

    RispondiElimina
  4. @ Euterpe:
    Sinceramente non me lo ricordo più bene! Segno che non mi aveva esaltato.

    @ Marco:
    Difficile restare sempre ai massimi livelli e poi anche ballare, nonché fare il dj! :)

    @ mr. Hyde:
    Gran pezzo: l'ho messo nella 1° compilation dell'anno che sto preparando.

    RispondiElimina
  5. Mal di pancia... :)
    Se ascolto una base musicale da semiubriaco, posso anche improvvisare un semifalsetto così, e lasciarmici trasportare... ma perché inciderlo? :-))))

    RispondiElimina
  6. A me piace tanto ma tanto .ciao

    RispondiElimina
  7. @ Zio Nick:
    Non oso immaginarlo... meglio la penna! :-)))

    @ ReAnto:
    Me too! Ciao re.

    RispondiElimina

Welcome