giovedì 18 luglio 2019

Il cinema d'estate e un cult movie intramontabile

Col caldo poco cinema. Nelle arene estive quelli che mi interessavano più o meno li ho già visti. Alcune delle ultime visioni sono state parecchio deludenti: 
C'è tempo di Walter Veltroni, a tratti imbarazzante, nonostante un pur sempre bravo Stefano Fresi. Molto meglio come regista nei documentari.
Con Vox Lux e Tramonto (la seconda regia di László Nemes dopo l'ottimo Figlio di Saul) sono stato contagiato dalla noia. Per ora l'unico film recente degno di nota è American Animals.

Un'ottima iniziativa dalle mie parti è quella di abbinare la visione di un film con la degustazione di vini: si chiama cinemadivino e si svolge nelle campagne romagnole, ogni sera in una località differente. Il motto è amiamo il vino buono, il cinema e stare all'aperto. 
Domani sera non possiamo esimerci dal partecipare alla serata con Il Grande Lebowski. Ci perdonerà il Drugo se sostituiremo il White Russian con tre bicchieri di vino.


14 commenti:

  1. di recente ho visto il commiato di Andrzej Wajda e mi è piaciuto molto.
    se riesco provo ad andare a Locarno per l'ultimo di Tarantino che da quanto ho capito dovrebbe essere proiettato in Piazza Grande

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono anni che vorremmo andarci anche noi qualche giorno, poi per un motivo per l'altro non riusciamo mai. Quest'anno niente ferie in quel periodo per la copilota. :(

      Elimina
    2. Te lo consigli, la visione in Piazza Grande è una vera e propria esperienza da fare e in generale tutto il festival è a misura d'uomo. Poi c'è anche la possibilità di farsi un tuffo ad Ascona, uno dei piu' bei posti sul Lago Maggiore

      Elimina
    3. Ne sono convinto, grazie mille! Prima o poi...

      Elimina
  2. Ecco, si... Veltroni imbarazzante... ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Considero Veltroni una persona intelligente, ma non è il suo lavoro. Colonna sonora improponibile da quanto è stucchevole.

      Elimina
  3. Bella questa cosa del vino e del cinema, due mie grandi passioni. In questa strana estate abbiamo visto/recuperato all'aperto e non fin importanti come Suspiriadi Guadagnino e due film stranieri interessantissimi come Torna a casa Jimi! di Marios Piperides e Tutti pazzi a Tel Aviv di Sameh Zoabi. Meno riuscito, ma da vedere, Il segreto di una famiglia di Pablo Trapero.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti, ti ho pensato quando è uscita questa iniziativa.
      Suspiria per me è stato piuttosto deludente. Mi ispira un sacco torna a casa, Jimi!

      Elimina
  4. Cinema e vino, la trovo un'esperienza inebriante. Sui film niente, lontana da un bel po' dagli schermi. Spero di farcela a vedere Tanna di Martin Butler e Bentley Dean che dovrebbero proiettare la prossima settimana.

    RispondiElimina

Welcome