domenica 11 agosto 2019

Strane estati - Corsi e ricorsi della politica e una compilation

Ci si è indigna (giustamente) per Salvini al Papeete, ma ricordo bene una notte a Rimini quando mi ritrovai di fianco De Michelis, ministro del governo Craxi. Unto e sudato danzava contorniato dal solito seguito di nani e ballerine. Fu un'estate strana. Fu un trauma difficile da superare. Intuii che forse stavo sbagliando locali e compagnie
Per tornare al presente, la trap, ahimè, è la colonna sonora ideale per i tempi di merda che stiamo vivendo. Almeno all'epoca la musica era un po' meglio: bastava grattare la patina e i lustrini tipici degli anni '80. 


10 commenti:

  1. Persino Formica, intervistato dal Manifesto, ha dovuto ritornare sulla sua nota esternazione.
    Mala tempora currunt, sed peiora parantur 😳

    RispondiElimina
  2. Risposte
    1. Meno male, quei socialisti untuosi di allora sono stati i primi sintomi della fine della politica.

      Elimina
  3. E pensare che oggi siamo messi moooolto peggio di quando c'era De Michelis. Perché i nani e le ballerine sono ormai al governo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse tutto è partito da lì: l'economia tirava ma i vari governi hanno sperperato, rubato ed elargito. Mio padre è andato in pensione nel 1985 a 47 anni!

      Elimina
  4. tutta la vita De Michelis rispetto alla contemporaneità. Un ballo scatenato con lui me lo sarei fatto ma con quelli attuali, governo e opposizione, mai me lo farei, salvo alcune rarissime persone.

    Sulla musica, a me sembra che pero', ma tu sei piu' vecchio di me, rispetto a quegli anni la musica/critica musicale/siti/giornali musicali hanno perso d'importanza. Io compro Robinson e altri inserti culturali dei quotidiani e la musica, come recensioni, approfondimenti, segnalazioni ha un ruolo minimale... salvo le star, le polemiche, eccetera... ma se uno compra Robinson di Repubblica (costa pochissimo, è acquistabile anche da un adolescente) cosa scopre della musica contemporanea, anche diversa.... perché di dischi belli, di percorsi alternativi ce ne sono eccome attualmente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "di dischi belli, di percorsi alternativi ce ne sono eccome attualmente" Concordo: a saper cercare si trovano ancora perle. Mi riferivo più alla musica commerciale.

      Elimina

Welcome