mercoledì 27 agosto 2008

20 Album vissuti: 14° The The - Mind Bomb 1989

Dietro la sigla The The c'è sempre stato Matt Johnson, musicista e polistrumentista inglese che tra gli anni '80 e l'inizio dei '90 infilò tre dischi uno più bello dell'altro: Infected (1987), Mind Bomb (1989) e Dusk (1992). Questo disco è quello che preferisco forse anche per motivi nostalgici: è stato in assoluto l'ultimo vinile che ho comprato prima di passare definitivamente ai CD. Per la verità un lettore già l'avevo, ma in negozio avevano solo la versione in vinile e così per non aspettare... A questo disco collaborò Johnny Marr, ex chitarrista degli Smith, che in molti brani lascia il suo marchio con riff indimenticabili e interventi con l'armonica; in Kingdom of Rain c'è Sinead O'Connor al canto. Lo stile musicale di Johnson è piuttosto indefinibile, sicuramente originale e complesso, risente agli inizi della tipica matrice pop/dance anni '80 per poi evolversi e contaminarsi con il blues-rock, il folk ed echi funk. Questo è un album dall'impatto viscerale dove i brani si sviluppano come per metamorfosi, prendendo forma lentamente; durano infatti quasi tutti dai cinque minuti in su. I testi, quasi profetici, spaziano affrontando temi come le religioni, il capitalismo e l'incombente globalizzazione.
Che fine ha fatto The The? Nel 2000 ha rotto con la sua casa discografica, la Universal, decidendo di distribuire su internet l'album Nakedself, comunque non all'altezza dei precedenti. Sito: thethe.com
Track list
1. Good Morning Beautiful 07:31
2. Armageddon Days Are Here (Again) 05:40
3. The Violence of Truth 05:41
4. Kingdom of Rain 05:53
5. The Beat(en) Generation 03:06
6. August & September 05:46
7. Gravitate to Me 08:10
8. Beyond Love 04:19

video di Kingdom of Rain
video

3 commenti:

  1. Credo che passerò spesso a trovarti. Ciao

    RispondiElimina
  2. Per me è sempre un piacere. Tra qualche giorno darò il via due nuove serie di post: uno sulle copertine dei 33 giri e l'altro sui video della tv inglese fine anni '70, inizio '80.
    Ciao

    RispondiElimina
  3. Ciao Lucien, ricambio la visita! Anche a me piace The The, ho sia questo disco che il precedente "Infected" (che dovrei recensire a breve sul mio blog). Non ho mai ascoltato "Dusk" però, dovrò provvedere. Il duetto con la O'Connor è bellissimo, mi piace molto anche Gravitate To Me.
    Tornerò presto a farti visita, è un piacere scambiarsi pareri fra noi musicofili. Ciao, a presto!

    RispondiElimina

Welcome