venerdì 17 giugno 2011

Hazmat Modine

"Rispecchiamo la città e la natura essenzialmente migrante e bastarda della cultura americana, la bellezza e l'essenza di quello che può significare essere americani".  Wade Shuman, armonicista e vocalist.


















Wade Schuman: Diatonic Harmonica, Guitar, Banjitar, Lead Vocals
Bill Barrett: Diatonic Harmonica, Chromatic Harmonica, Sheng, Vocals
Joseph Daley: Tuba
Richard Huntley: Percussion
Pete Smith: Guitar
Pamela Fleming: Trumpet, Flügelhorn
Steve Elson: Bariton Saxophone, Tenor Saxophone, Clarinet, Duduk, Flute
Michael Gomez: Acoustic and Electric Guitars, Banjitar, Steel Guitar

New York è il simbolo della multiculturalità e gli Hazmat Modine con il loro stile musicale che mischia Blues, Swing, Gypsy, New Orleans e Klezmer ne sono gli interpreti perfetti; un melting pot di atmosfere e suoni che vi conquisteranno. Il loro secondo album si intitola Cicada e si spinge ancor di più verso un'idea di world fusion contemporaneamente antica e moderna che vede la collaborazione di artisti vari, fra cui Natalie Merchant, Kronos Quartet e Gangbe Brass Band dal Benin.
Uno dei pochi dischi che ho comprato quest'anno; anch'io ormai come tutti sono un drogato di download, ma il desiderio di possesso fisico a volte è irresistibile.

3 commenti:

  1. tinyurl.com/682xwnn (231 kb/sec)

    RispondiElimina
  2. Bravissimi!!! L'anno scorso purtroppo me li sono persi al Novara Jazz :(

    Anche il precedente, Bahamut, è molto bello :)

    RispondiElimina
  3. Li sento per la prima volta e mi piace la loro musica...Il video anche....Un loro concerto dal vivo sarà sicuramente bello e coinvolgente.

    RispondiElimina

Welcome