giovedì 25 luglio 2013

Capitale europea della cultura (senza cinema)

Si discuteva nel blog di Maurizio, Torno ai vinili, della bellezza dei film visti sul grande schermo e del valore di un'opera scaricata e vista al computer o in tv.

Dalle mie parti la dittatura della multisala sta umiliando il cinema più del download selvaggio*. Entri all'orario di inizio indicato e ti becchi 20 minuti di pubblicità orrenda; stessa cosa tra i due tempi. Su dodici film, undici sono blockbusters di merda. Va bene: i mosaici bizantini, la tomba di Dante, Muti e il festival; Ravenna però non ha neanche una sala decente e aspira a diventare capitale europea della cultura? Mah!

* Attività che mi permette di vedere anche opere che altrimenti resterebbero invisibili per sempre.

6 commenti:

  1. Lucien, non ci siamo,
    Se vuoi essere figo, cool, in, o come cavolo si dice adesso, devi disprezzare ogni modo di fruizione di un contenuto artistico che non esisteva quando tu avevi 4 anni.

    Quindi ok a cinema, vinile e libro di carta, no a download, mp3, e-book.

    Il bello di questa posizione è che è replicabile all'infinito: ognuno potrà sempre rimpiangere qualcosa che c'era quando lui aveva 14 anni e che è stata rimpiazzata da qualcosa inventato in seguito, e lasciarsi così andare a rimpiangere la magia delle sale da concerto, dei pianoforti verticali in salotto, dei 78 giri, della radio, dei dischi in vinile, etc.
    oppure del teatro, del cinema muto, del cinema in bianco nero, del grande s chermo, del techicolor e via di seguito.
    ma anche delle incisioni su pietra rupestre, dei papiri egizi, dei libri miniati, degli incunaboli, etc.
    :)

    RispondiElimina
  2. lo penso anch'io, che tristezza!

    RispondiElimina
  3. @ Allelimo:
    Come diceva Fabio De Luigi in uno dei suoi personaggi più divertenti "Ah la tauromachia!".
    Scherzi a parte, riguardo il cinema la situazione è più tragica che con la musica, perché se non distribuiscono un film non hai alternative al download (se hai la fortuna di trovarlo). Almeno adesso con gli schermi che ci sono e la banda veloce puoi vedertelo in condizioni decenti in qualità DVD.
    Se la qualità audio o video (come a volte capita) è scadente preferisco lasciar perdere.
    Molti dei film più belli degli ultimi anni li ho visti così, perché al cinema nada de nada.

    RispondiElimina
  4. Personalmente salto le multisale, e mi rifugio negli ultimi cinema rimasti in città (una decina circa). Il problema è rilevante, non abitando in grandi città, sia tu, sia io. Fatico a vedere film in tv, è risaputo, certi film sono fatti per il cinema, ma se al cinema non li fanno? ... il gatto che si morde la coda. Buona estate (spero di recuperare Loach al cinema all'aperto in agosto).

    RispondiElimina
  5. sfondi una porta aperta. entro nelle cattedrali del popcorn solo se costretta. Cosa che dovuto fare proprio martedì per vedere "this is the end", in programmazione in un unico multiplex cittadino. Orario sui cartelloni 19.50. Il film è iniziato alle 20.25. Non aggiungo altro.

    RispondiElimina
  6. @ poison:
    E' quello che dà fastidio: la mancanza di considerazione per gli spettatori, considerati consumatori usa e getta e niente altro.

    @ Alligatore:
    10 sale?? Ma te va di lusso!

    RispondiElimina

Welcome