lunedì 28 luglio 2014

Uno così riesce a far fare bella figura perfino a Blatter

Ecco quello che si può definire un fine pensatore. Uno così, che riesce a far fare bella figura perfino a Blatter, dovrebbe dirigere al massimo una bocciofila e invece è candidato alla guida della federcalcio italiana.
Al di là del concetto di razzismo e della solita menata del politically correct che sempre fa insorgere i paladini dell'ipocrisia, sorgono grossi dubbi non solo sull'intelligenza, ma anche sulle capacità di un personaggio (pluricondannato) che ormai certo di avere le chiavi in mano della FIGC, se ne esce con una frase così infelice in un contesto ufficiale. Indicativa dello spessore dell'uomo.
Qualche tempo fa Tavecchio, da saggio dirigente qual è, ha elargito perle di saggezza anche sul calcio femminile: “Si pensava che le donne fossero handicappate rispetto al maschio, ma abbiamo riscontrato che sono molto simili”
Qualche mese fa Donald Sterling, presidente dei Clippers di Los Angeles, è stato sospeso a vita dalla NBA per aver detto alla fidanzata "niente neri alle partite".


5 commenti:

  1. Esistono ancora e ce ne sono tanti di questi sorci.Inutile illudersi: certe anomalie fanno parte della natura umana e continueranno ad esistere al di sopra di ogni ragionevolezza...
    p.s:il video non funonzia.

    RispondiElimina
  2. @ mr.Hyde
    Sostituito. Grazie della segnalazione!
    Il classico vizio italico di risolvere le questioni con le battute e la pacca sulla spalla.

    RispondiElimina
  3. Il prototipo del politico ignorante, alla Razzi. Con la differenza che Razzi, grazie a Crozza, almeno fa ridere...

    RispondiElimina
  4. il mondo del calcio, del resto, non ha mai pullulato di intellettuali...certo che anche parecchi giocatori non è che facciano molto per smentirlo (leggi balotelli, ma anche un certo adriano qualche anno fa...)
    @SigurRos82: questo tizio non contava niente prima, e auspicabilmente continuerà così, mentre razzi lo paghiamo tutti, e nemmeno poco...

    RispondiElimina
  5. @ unwise: verissimo, purtroppo.

    RispondiElimina

Welcome