martedì 10 febbraio 2015

Birdman: e io che mi aspettavo un film su un supereroe...
















No, non temete, non è la milionesima recensione di Birdman!
Il giudizio più originale che ho letto nel profluvio di post e commenti che hanno sommerso la rete è quello di uno spettatore stizzito e deluso (o sarcastico?):
fa schifo... palloso come pochi ed abbastanza truffaldino, perchè uno vede il trailer con il mega-uccello e l'inizio del film e si aspetta un film di super-eroi, non un'agonia filosofisca sulla psicosi di un uomo. 
Siamo nel cuore della critica che stronca (argomento fra l'altro centrale nel film).

Citazioni cult a parte, ciò che ha maggiormente diviso nelle discussioni del mondo blogger è il finale del film: da alcuni giudicato deludente o addirittura in caduta libera; da altri geniale. Come ho scritto commentando il post di James Ford, viste le premesse è un finale perfetto: Keaton/Thomson  in preda alla schizofrenia tra il St. James Theater di Broadway e il suo passato da Birdman, (tra la nicchia indie-cultural-snob e il mainstream) compie una scelta definitiva e radicale, riflessa negli occhi trasognati della figlia, andando oltre ... e oltre l'azzurro della tenda nell'azzurro io volerò ...

Ho anche letto di un finale alternativo (mai girato) che prevedeva un cameo di Johnny Depp:
“La macchina da presa si sarebbe mossa, come in tutto il resto del film, attraverso il backstage e i corridoi che abbiamo imparato conoscere e saremmo finiti in un camerino in cui Johnny Depp, intento a osservarsi nello specchio, stava indossando la parrucca di Riggan Thompson (il nome del personaggio interpretato da Keaton, ndr) con il poster di Pirati dei Caraibi 5 sullo sfondo. Poi avremmo sentito la voce di Jack Sparrow dire ‘Come ci siamo ridotti così, amico?'”.

In ogni caso, dopo un film così, non resta che attendere il 26 febbraio quando uscirà Vizio di forma di P.T. Anderson, perché sarà difficile trovare di meglio nelle uscite imminenti. 

Il nuovo voto teiera:


19 commenti:

  1. Lo vedrò stasera se riesco!
    Mi piace il nuovo sistema di valutazione! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Visto che stile? ;)

      Penso che ti piacerà!

      Elimina
  2. Un grande film per due terzi.
    Poi finisce per perdersi.
    Peccato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per me invece chiude il cerchio in maniera magistrale, però è cinema e come sempre opinabile al 100%. O quasi... :)

      Elimina
  3. Pellicola enorme e uno dei finali più belli mai girati!
    Certo, chi come Ford o quello spettatore stizzito si aspettava una pellicola della Marvel sarà rimasto inevitabilmente deluso... :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E poi, detto da un ex-fanatico ragazzino della prima ora come me: "Mobbasta veramente però!" (coi supereroi).

      Elimina
  4. certo che se uno dal trailer col "mega-uccello" si aspetta un film di supereroi, perché non andare oltre ed aspettarsi un porno-fantascientifico?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah ah ah, forse sarebbe un genere molto apprezzato!

      Elimina
  5. Bravissimo Lucien, hai inquadrato il finale alla grande, è perfetto.
    Concordo ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il finale è sempre come la prova del nove: a volte può far crollare tutto; in altri casi se l'impalcatura è fragile, è il vero colpo di grazia!
      Un'arte nell'arte.

      Elimina
  6. Chiapperi, che finale sarebbe stato quello con Johnny Deep ;)
    p.s. concordo con le tazze che hai dato al film, sono uscito dalla sala consapevole che una pellicola così sarebbe stata difficilmente superata da altre in tempi brevi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Confido in P.T. Anderson, tra i più grandi in assoluto della generazione nata negli anni '70.

      Elimina
  7. Come avevo già scritto bel film piaciuto molto e tu seistato molto bravo a sintetizzare qui nel blog!

    RispondiElimina
  8. La presenza di Johnny Depp nel finale, per quanto originale e divertente, sarebbe stato un "di più", secondo me. Gran film anche senza ;-)

    RispondiElimina
  9. Risposte
    1. Ieri sera per completare ho visto anche Selma: non è male, ma Birdman insieme a Boyhood era quello che meritava di più.

      Elimina
  10. Concordo. Di Selma ho apprezzato, oltre alle interpretazioni, anche il taglio non eccessivamente patetico dato dalla regista. Sentire poi Odetta che canta Masters of war di Dylan merita da solo il prezzo del biglietto....o quasi ;-)

    RispondiElimina
  11. Fantozzi:"La corazzata Potemkin è una cagata pazzesca".
    Se uno vuole un film filosofico/sofistico che faccia un trailer che attira spettatori avvezzi al genere. Se uno vuole un pubblico da film d'azione per far cassa, che non faccia un trailer da film d'azione se poi non vuole che nei commenti la gente lo insulti. E' semplice.

    RispondiElimina
  12. Come si fa a dire che sto film è bello? E' un film di merda senza senso e che fa due palle dall'inizio alla fine. Non ha un minimo di senso e sembra un film girato da adolescenti stanchi.

    RispondiElimina

Welcome