mercoledì 30 maggio 2018

Gli anni '80 in cento canzoni



Ammettiamolo, nonostante internet e i voli low cost, dal 2001 in poi la nostra società fa sempre più schifo. Se avessi una macchina del tempo, cambierei epoca per disconnettermi e disintossicarmi con un anno sabbatico negli scintillanti anni '80. Decade sempre controversa nei giudizi (che ora qui non interessano) che però non è sono solo quella del culto dell’ottimismo, del superfluo e di Dirty Dancing. Quando ci ripenso, le prime tre cose che mi vengono in mente sono la musica fantastica, il ritorno dei concerti in Italia e le interminabili notti nell'underground romagnolo, quando tutte le tendenze si mischiavano felicemente prima dell'omologazione generale che ha segnato l'inizio di un periodo tormentato. Poi, quando meno te lo aspetti, come nei migliori film il copione riserva una svolta fulminea, grazie all'incontro con una persona che ti illumina mentre tanti intorno a te sprofondano. Non era tutto rose e fiori: una mezza generazione falcidiata dall'eroina che aveva invaso la penisola; Chernobyl, l'Aids, ma per fortuna anche Quelli della notte, i fumetti di Paz, e soprattutto il potere salvifico della musica.
Tempo fa, in occasione di una serata, ho preparato su richiesta di un gruppo di amici una lista basata sui miei gusti personali, attingendo senza regole da un decennio che ha avuto mille sfaccettature. Inevitabile la commistione fra brani forse sconosciuti a tanti e (al netto di Duran Duran e Madonna) alcuni pezzi più commerciali, comunque simbolo del decennio. Un'occasione per ripescare perle dimenticate e one-hit wonder. Playlist delle prime 50 su spotify.
  1. The B-52's - Private Idaho 1980
  2. Dead Kennedys - California Über Alles 1980
  3. Talking Heads - Once in a Lifetime 1980
  4. Tuxedomoon - 59 to 1 - 1980
  5. Killing Joke - Requiem 1980
  6. Blondie - Call me 1980
  7. Siouxsie and the Banshees - Israel 1980
  8. Joy Division - Love Will Tear Us Apart 1980
  9. The Clash - The Magnificent Seven 1980 (Live 1981 Tom Synder Show)
  10. David Bowie - Fashion 1980
  11. David Bowie - Ashes to Ashes 1980
  12. Devo - Girl U Want 1980
  13. Material - Reduction 1980
  14. Martha & the Muffins - Echo Beach 1980
  15. The Selecters - To Much Pressure 1980
  16. John Foxx - Metal Beat 1980
  17. A Certain Ratio - Shack up 1980
  18. Blondie - Rapture 1981
  19. Brian Eno - David Byrne - Regiment 1981
  20. The Passions - I'm in Love with a German Film Star 1981
  21. Maximum Joy - Stratch 1981
  22. Siouxsie and the Banshees - Arabian Knights 1981
  23. Bauhaus - Kick In The Eye 1981
  24. Human League - Don't You Want Me 1981
  25. Simple Minds - Love song 1981
  26. Medium Medium - Mice or monsters 1981
  27. Tom Tom Club - Wordy Rappinghood 1981
  28. Soft Cell - Tainted Love 1981
  29. The Clash - This is Radio Clash 1981
  30. Japan - Vision of China 1981
  31. Yazoo - Situation 1982
  32. The Cure - Let's Go To Bed 1982
  33. Simple Minds - Someone, Somewhere In Summertime 1982
  34. The The - Uncertain Smile 1982
  35. The Clash - Rock The Casbah 1982
  36. Grandmaster Flash - The Message 1982
  37. Bush Tetras - You can't be funky 1982
  38. David Bowie - Cat People (Putting Out Fire) 1982 (da Ingloriuos Bastard)
  39. Culture Club - Do You Really Want To Hurt Me 1982
  40. Talking Heads - Burning Down The House 1983
  41. New Order - Blue Monday 1983
  42. Eurythmics -  Sweet Dreams 1983
  43. Frankie Goes To Hollywood - Relax 1983
  44. Public Image Limited - This is not a love song 1983
  45. Depeche Mode - Everything counts 1983
  46. Tears for fears - Change 1983
  47. U2 - Pride (In the Name of Love) 1984
  48. The Style Council - You're the Best Thing 1984
  49. Talk Talk - It's my life 1984
  50. Everything But The Girl - Each & Every One 1984
  51. Prince - Purple Rain 1984
  52. Bronski Beat - Small town boy 1984
  53. Echo & the Bunnyman - The Killing Moon 1984
  54. Alphaville - Made in Japan 1984
  55. David Sylvian - Nostalgia 1984
  56. Smiths - How Soon Is Now 1984
  57. Brian Ferry - Slave to love 1985
  58. The Cult - Rain 1985
  59. The Cure - In Between Days 1985
  60. Sting - If You Love Somebody Set Them Free 1985
  61. Grace Jones - Slave To The Rhythm 1985
  62. Run-Dmc - Walk this way 1985
  63. Eurythmics - There must be an angel 1985
  64. Simply Red - Money's Too Tight To Mention 1985
  65. Peter Gabriel & Kate Bush - Don't give up 1986
  66. Art of Noise - Paranoimia 1986 
  67. Smiths - Bigmouth strikes again 1986
  68. Simply Red - Open Up The Red Box 1986
  69. Peter Gabriel - Sledgehammer 1986
  70. The The - Infected 1986
  71. David Sylvian - Orpheus 1987
  72. Smiths - There Is A Light That Never Goes Out 1987
  73. New Order - True Faith 1987
  74. Prince - Sign ''O'' The Times 1987
  75. Beastie Boys - (You Gotta) Fight for Your Right (to Party) 1987
  76. Terence Trent D'Arby - Sign your name 1987
  77. Neneh Cherry - Buffalo Stance 1988
  78. Morrisey - Every day is like sunday 1988
  79. U2 - Desire 1988
  80. Edie Brickell & New Bohemians - What I Am 1988
  81. Tears For Fears - Sowing the seeds of love 1989
  82. Depeche Mode - Personal Jesus 1989
  83. Public Enemy - Fight the Power 1989
  84. Red Hot Chili Peppers - Higher ground 1989
  85. Nirvana - About a girl 1989
  86. Lenny Kravitz - Let love rule 1989
  87. The Cure - Lullaby 1989
 UN PO' D'ITALIA
  1. Franco Battiato – Up Patriots To Arms 1980
  2. Gaznevada - Japanese Girl 1980
  3. Alice - Per Elisa 1981
  4. Fabrizio De André - Sand Creek 1981
  5. Francesco De Gregori - La leva calcistica del '68 1982
  6. Surprize - Don't Want Be Easier 1982
  7. Vasco Rossi - Portatemi Dio 1983
  8. Raf - Self Control 1984
  9. Diaframma - Amsterdam 1984
  10. Fabrizio De Andrè - Crêuza de mä 1984
  11. CCCP - Io sto bene 1985
  12. Litfiba - Istambul 1985
  13. Franco Battiato - E ti vengo a cercare 1988

17 commenti:

  1. Nulla da eccepire su De André, hai scelto due pezzi strepitosi della sua produzione di quegli anni.

    Degli Alphaville avrei scelto però Sound like a melody, non big in Japan (bella comunque).

    Le mie preferite, oltre a Faber: Girl U Want dei Devo, Rock the Casbah, Everything Counts, Relax, Pride, Desire, Change!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il serbatoio da cui attingere è talmente ampio... :)

      Elimina
  2. In quegli anni ero ancora un po' piccolino ma cazzarola che super lista. Complimenti.

    In questi giorni invece pensavo ai miei anni '90 mi venivano in mente alcuni locali/pub/baretti/Arci di provincia che frequentavo con i miei amici e amiche, tutti a prezzi stracciati. Mezzi alternativi, grezzi, col calcetto e la musica di quegli anni, le sigarette, i panini al salame, i piccoli concerti, gestiti sostanzialmente da mezzi proletari com'eravamo noi che avevano praticamente cambiato ai bar di famiglia o quasi o gli Arci ancora bocciofile ma con punk, pensionati, darkettoni.
    Quasi tutti scomparsi questi posti oppure trasformati, abbelliti, adagiati alla moda, superfigobiochicalternativo.
    Diventati locali, magari alternativi, con i voti di Tripadvisor.
    Boh.
    Qui a Lugano ne resiste ancora uno di questi posti anche se è un po' troppo frequentato dagli universitari ma diciamo che li' dentro si respira ancora un po' aria di quei tempi.
    E tu, cosa mi dici dei tuoi locali?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. (sopra, intendevo cambiato ambiente ai bar...)

      Elimina
    2. Una cosa abbastanza simile. Mi hai dato l'idea per un futuro post. Ti accenno due locali che frequentavo parecchio: di sera Berenice, un'osteria gestita da una coppia di fricchettoni; era in un ex-convento, crocevia di tardo-hippy, primi punk, dark e fauna notturna varia. Sopra c'è stata per qualche tempo anche la nostra sala prove e la radio dove anch'io trasmettevo. Di pomeriggio c'era un piccolo bar, una specie di covo gestito dal Ricciotto: un vecchio anarchico di poche parole, ma le cui storie erano mitologiche come i suoi tè al rhum. Anche qui ci passava di tutto, più qualche anziano ai margini che si mischiava tranquillamente tra di noi.

      Elimina
  3. Risposte
    1. Oh, qualcuno/a che mi dà soddisfazione! ;)

      Elimina
  4. Bello trovarvi "Nostalgia" di David Sylvian, una delle perle più scintillanti del suo canzoniere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Brilliant trees" è un capolavoro: c'è solo l'imbarazzo della scelta in quel disco.

      Elimina
  5. Rischio di andare fuori tema se dico che non ho mai amato gli anni '80? ... anzi, è un decennio che odio, trovando che molte cose pessime, successe dopo, sono iniziate in quel decennio. Il decennio dell'edonismo reaganiano , del craxismo, della Milano da bere, del rampantismo, degli hippie trasformati in yuppies. Musicalmente poi, trovo gli anni '60 e '70 migliori, e anche i '90.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sei fuori tema per niente, anzi. Però secondo me quelli che hai citato sono solo alcuni aspetti, fra i più negativi.
      A livello musicale poi è ancora più complicato: ognuno ha la sua idea... ;)

      Elimina
  6. Ci sono pezzi nella tua lista (quella dei cento) che ancora mi fanno accaponare la pelle, e che sento serenamente..alla faccia degli anni che scorrono.. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per ora ho creato una lista con le prime 50 su Spotify.

      Elimina
  7. Per me la musica degli anni '80 E' QUELLA. Solo che a volte rimango delusa quando capita una serata revival anni '80 e mi aspetto di setire Joy Division, Bauhaus, Cure e invece passano George Michael, Madonna, Gazebo e altra roba commerciale che ai tempi andava di moda.
    Però gli Alphaville in questa lista non te li perdono. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Colpito nel segno! :)) Ero indeciso fino all'ultimo e pensa che poi ho tolto proprio un secondo pezzo dei Bauhaus!
      Hai ragione, che tristezza quei revival!

      Elimina
  8. tanta roba..in linea di massima somigia alla lista che avrei potuto fare io
    probabilmente avrei messo più cose diciamo fino al 1982,perchè poi un calo c'è stato,secondo me..forse è per questo che gli 80 vengono visti in un ceto modo anche musicalmente..in primis perché la musicaccia di plastica è stata proposta con una aggressività mai vista,poi perché le cose migliori sono di inizio decennio..quasi una propaggine del decennio precedente

    RispondiElimina
  9. Giusta osservazione: infatti se ci fai caso '80 e '81 sono gli anni più rappresentati!

    RispondiElimina

Welcome