lunedì 26 giugno 2017

"Di che cosa hai paura?" Di vedere un altro film di Malick

Di solito sulla teiera preferisco segnalare le cose che mi hanno entusiasmato, sorpreso o almeno ben intrattenuto. Speravo di trovare qualcosa in Song to song l'ultimo film di Malick e invece, nonostante grandi attori e musicisti, dopo 15 minuti la noia e la tristezza sono calate inesorabili sul mio volto. Un'impresa notevole visto il cast a disposizione nella location di Austin. Esiste un limite oltre il quale le ellissi, i salti spaziali, la destrutturazione del racconto e il diluvio di quesiti esistenziali diventano controproducenti.
Perché piangi?” “Perché sono felice”, “Amo la tua anima”, Di che cosa hai paura? 


La prima versione durava 8 ore...


LEGENDA VOTI

@ una cagata pazzesca
@½ pessimo
@@ trascurabile
@@½ passabile
@@@ buono
@@@½ da vedere
@@@@ da non perdere
@@@@½ cult
@@@@@ capolavoro

14 commenti:

  1. Se non altro possiamo essere felici per esserci risparmiati la versione da 8 ore... :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E abbiamo la conferma, se mai ce ne fosse stato bisogno, di quanto la riforma Fornero sia una porcata...
      (Clint Eastwood è l'eccezione)

      Elimina
  2. Noia tristezza e mestizia...con Malick ho chiuso...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Peccato, ma viene il momento di chiudere, per chiunque.

      Elimina
  3. Sembra che a Malick ormai non importi più niente del rapporto tra cinema e pubblico, i suoi film sono intimi e autoreferenziali. Quasi come una auto-terapia per sfogare il suo bisogno di comunicare. Non mi piacciono più, ma l'autore merita comunque rispetto...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamente rispetto per uno che ha firmato dei capolavori. Qualche battuta ci può stare...

      Elimina
  4. Mi sa tanto che arriverà un'altra stroncatura per questo ex grande regista, dalle mie parti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sa che stavolta si raggiunge l'unanimità.

      Elimina
  5. Malick, Malick, mi viene da ridere per non piangere, ricordando il suo penultimo film, una cosa orribile e ridicola (forse ci prende per le palle?). Ho tanta nostalgia di quando Malick facevanun film ogni 20 anni o giù di lì ...

    RispondiElimina
  6. io vado un po' controcorrente...stravedo anch'io per il primo Malick ma sto apprezzando anche queste sue ultime pellicole. Mi tranquillizzano, mi fanno bene.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sono applicato, ma quest'ultima non l'ho proprio retta: più che tranquillizzarmi, mi ha irritato! :)

      Elimina
    2. ah ah allora non ti funziona nemmeno come sonnifero come invece funziona per mia sorella.

      Elimina

Welcome