lunedì 4 ottobre 2010

Mad World

Tutti ricorderanno la struggente versione di Gary Jules di Mad World nel film Donnie Darko. In questo video dal programma strippeddownlive il cantautore americano duetta dal vivo proprio con Curt Smith dei Tears For Fears in una versione solo chitarra acustica del brano.


And I find it kind of funny                 E trovo un po' buffo
I find it kind of sad                         E trovo un po' triste
The dreams in which I'm dying        Che i sogni in cui muoio  
Are the best I've ever had             Siano i più belli che abbia mai fatto


20 commenti:

  1. questo è un grande pezzo e "The Hurting" dei Tears for Fears (album che contiene questa e altre gemme) uno dei massimi lavori pop degli anni 80.

    RispondiElimina
  2. era un gran bel disco quello di Gary Jules, Curt Smith quasi non lo riconosco..... Bellissima versione.

    RispondiElimina
  3. La versione originale dei TFF non valeva nemmeno la metà di quella di Gary Jules, a mio parere, il quale l'ha denudata nella sua semplicità e ce l'ha restituita con un livello di emozione ben superiore :)

    Questa versione acustica comunque è bellissima!

    RispondiElimina
  4. o mamma Curt Smith :-O
    veramente irriconoscibile...anche la sua voce...non sembra manco lui...il suo compago dei TFF invece che fine ha fatto?

    RispondiElimina
  5. Versione che toglie il respiro. L'ascolti e sei dentro un mondo che non sapevi esistesse. Senti i sogni camminare con passi soffici e con ali di luce.

    RispondiElimina
  6. ho sempre preferito questa versione, all'altra, pur buona, dei TFF:

    RispondiElimina
  7. Belle entrambe le versioni in modo diverso.

    RispondiElimina
  8. E' vero che qua è più toccante, sono d'accordo.
    Uno dei limiti forti dei TFF (verificato dal vivo) era la scarsa capacità di "esporre" le ottime composizioni che facevano.
    Roland Orzabal (Curt Smith era secondario nell'economia del gruppo) era un grande compositore ma non un grande performer.

    RispondiElimina
  9. Grandissima song!!!
    Grazie :)

    RispondiElimina
  10. Mi prende, mi prende ... suonatela al mio funerale. Sarà indimenticabile (il mio funerale, of course, ... la canzone lo è già).

    RispondiElimina
  11. una delle mie canzoni preferite
    stupenda anche in questa versione!

    RispondiElimina
  12. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  13. Tra lui e lei scegliere non saprei... Facciamo che me le sparo entrambe in loop per due settimane e non mi stanco di ascoltarle? :D

    RispondiElimina
  14. sono tra i fan di Donnie Darko, per cui non c'è storia: per me vince la versione di gary jules tutta la vita :-)

    RispondiElimina
  15. Mad World tra The Hurting e Pale Shalter .. un trittico intamontabile. Bella anche questa versione.

    RispondiElimina
  16. Rileggere le frasi che hai messo del brano e ripensare al film...beh, non fu scelta a caso la canzone, proprio no. E i brividi aumentano...

    RispondiElimina
  17. @ Andrea:
    Quando le ho lette hanno colpito anche me, il collegamento al film è automatico. In realtà (come il resto dell'album) raccontano dei traumi dell'infanzia e dell'adolescenza di Orzabal e e Smith.

    RispondiElimina
  18. AH! Gary Jules ha fatto la perfetta cover di questa canzone, Curt Smith la canta come se non gli appartanesse più, non la fa sua. Bella sì, ogni volta...

    RispondiElimina
  19. ogni volta che l'ascolto mi fa sempre lo stesso effetto, come se la stessi sentendo per la prima volta...

    MAGNIFICA!

    RispondiElimina

Welcome