venerdì 15 luglio 2011

School of rock con Dave Grohl

Una lezione di stile rock e autorevolezza. Il leader dei Foo Fighters durante l'esibizione all'iTunes festival si ferma e si incazza di brutto quando vede un ubriaco violento che mena, provoca e sta rovinando il concerto:
Hey motherfucker guardami, guardami: non puoi venire a picchiare ai miei concerti; via dal mio show, stronzo! Non voglio vedere questa merda; siamo qui per divertirci. Quando il tipo se ne va il pubblico applaude e lui riprende il concerto. Have a good time.

11 commenti:

  1. grande Dave! mi è sempre stato simpatico quest'uomo...
    fra l'altro anni fa vidi una scena simile al concerto di Bryan Adams a Milano (ovviamente il buon canadese ha avuto dei toni verbalmente più pacati, ma il risultato è quello).
    purtroppo c'è sempre qualcuno che pensa che la libertà sia andare a cagare nel giardino degli altri...

    RispondiElimina
  2. bella prova. ora mi aspetto qualcuno che dica che così facendo Grohl non è democratico. Però è l'unico modo da adottare contro i rompicoglioni.

    RispondiElimina
  3. Mitico Grohl ... sembra una storia di Bukowski.

    RispondiElimina
  4. Toh, ti do un aneddoto:anni fa Dave venne a Livorno e Pisa con il suo primo gruppo, gli Scream e si fermò più volte. Lo hanno conosciuto un pò tutti, ma sono passati quasi trent'anni.
    Quest'anno al rockinidrho nel backstage c'era uno dei ragazzi che lo aveva conosciuto ai tempi. Mi fa: "pensavo non mi riconoscesse o non mi cagasse nemmeno".
    Invece appena lo ha scorto l'ha chiamato PER NOME, l'ha abbracciato ed ha chiesto di tutti, come stanno, dove sono, qualcuno suona ancora (il giro era quello del Granducato hardcore). Gran persona, confermo.

    RispondiElimina
  5. Grandissimo Dave! Grande artista e grande uomo, lo dimostra ogni volta....

    Un concerto dev'essere un'occasione di festa per la musica, non una scusa per ubriacarsi e rompere le palle agli altri, quelli che fanno così ai concerti non li ho mai sopportati....

    RispondiElimina
  6. Grandissimo, ma non ne dubitavo!

    RispondiElimina

Welcome