domenica 26 febbraio 2017

T2 Trainspotting: la rimpatriata a volte è meglio evitarla


In realtà non mi aspettavo chissà che cosa: difficile passare oltre al peso di un'opera di culto che è entrata nell'immaginario fotografando in maniera sporca e indelebile gli anni '90. Anche stavolta viene rappresentata una sorta di decadenza forzata in un Edimburgo che però appare soleggiata (con le hostess finto scozzesi che distribuiscono depliant all'uscita dell'aeroporto) lontana da quella livida narrata vent'anni fa. La scelta di fondo non è di per sé negativa; purtroppo ad apparire distanti sono l'ispirazione e soprattutto l'aderenza alla realtà di personaggi che ci si è sforzati di immaginare in età matura con il rischio della caduta nel macchiettistico, sempre dietro l'angolo. Non mancano il sarcasmo tagliente delle origini più un paio di sequenze cult e anche per questo una visione se la merita.
Straordinario come sempre il talento stilistico di Danny Boyle: una cornice estetica notevole che però riesce con fatica a colmare la mancanza di soluzioni convincenti nella trama e nelle situazioni: ad esempio Franco/Robert Carlyle che evade di galera e se ne sta tranquillo a casa con moglie e figlio. 
La colonna sonora svolge un ottimo lavoro, sia nei brani nuovi, sia nel lavoro di raccordo con il primo film attraverso il recupero dei pezzi storici portanti (Lust for Life stavolta nella versione dei Prodigy). 
Alla fine, tra il malinconico e il divertito, si vuole bene a tutti e quattro i personaggi, come a quei vecchi amici ormai distanti che non frequentiamo più perché le scelte di vita ci hanno allontanato e di cui non sentiamo la mancanza. La rimpatriata sarebbe meglio evitarla, specie quando non c'è un granché da raccontarsi, poi alla fine si fa lo stesso; un po' come il film, che non è così indegno come si è anche letto in giro, ma semplicemente non aggiunge niente e racconta troppo poco dei nostri tempi. Peccato!




LEGENDA VOTI
@ una cagata pazzesca
@½ pessimo
@@ trascurabile
@@½ passabile
@@@ buono
@@@½ da vedere
@@@@ da non perdere
@@@@½ cult
@@@@@ capolavoro

14 commenti:

  1. Non mi aspetto manco io grandissime cose, ma credo, come dici tu, che una visione se la merita, quindi, nonstante la tua parziale delusione, credo che andrò a vederlo se ci passa vicino :)

    RispondiElimina
  2. Il dubbio ce l'avevo che fosse leggermente deludentente, mah vedrò se andarci se proprio mi capita.

    RispondiElimina
  3. Si chiama Franco (Francis) :p
    In ogni caso, sono d'accordo con te sulle note positive che citi, e in disaccordo su quelle negative: per me T2 è assolutamente ai livelli del primo, cosa non scontata e comunque rara per un sequel.
    E' un film che merita davvero, senza riserve. Ironico, anche nelle situazioni più serie.
    Ovvio che è da guardarsi come fosse qualcosa di romanzato, ma pure nel primo capitolo vi erano situazioni così (ma non è che le accettiamo di più solo perché ci siamo cresciuti? :p)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per la correzione: ieri sera dormivo sulla tastiera.
      Concordo sul fatto che si debba vedere, anche se resta due gradini sotto.

      Elimina
    2. Non possiamo essere amici :p

      Moz-

      Elimina
  4. @Enri e @Alli se non trovate di meglio al cinema, comunque ve la passerete: i momenti ironici e spassosi non mancano...

    RispondiElimina
  5. Sono contrario ai 2, 3 e 4 cmq lo vedrò

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti anch'io purché non siano concepiti già così.

      Elimina
  6. Ne ho sentito parlare molto male, confesso di avere gran paura a vederlo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Molto male è troppo, comunque io ho sentito le opinioni più varie, come non mai.

      Elimina
  7. Sì, non era così necessario e si poteva fare di più per far riuscire meglio la rimpatriata , ma da un sequel mi aspetto sempre cose orride e improponibili e invece, nonostante tutto, questo mi ha soddisfatta.
    Lo stile di regia di Boyle e la colonna sonora esaltante sono state di ottima compagnia. Mi accontento ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E poi comunque un paio scene cult ci sono: vedi 1690... :)

      Elimina
  8. Bella recensione, Lucien, non l'ho ancora visto ma a 'sto punto non so se ne valga la pena. Al cinema, intendo. In tivù prima o poi non mi scapperà. Ciao, piacere di aver ritrovato anche te... quanto tempo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che sorpresa! Che bello ritrovarti!
      Un piacere anche per me

      Elimina

Welcome