martedì 21 febbraio 2012

Year Zero

Incursione acid rock-psichedelica dei Black Mountain nel mondo del surf. La band canadese ha relizzato tutta la colonna sonora del film Year Zero con pezzi vecchi e nuovi (in uscita il tre aprile). Protagonisti della pellicola sono un gruppo di surfisti in viaggio in cerca di onde in uno scenario post apocalittico.
Le immagini del trailer sono spettacolari.



Uno dei brani si intitola Marie Lou: sette minuti da ascoltare obbligatoriamente ad alto volume.

8 commenti:

Marco Goi (Cannibal Kid) ha detto...

sounds good,
anzi sounds cool!

gianf ha detto...

E' vero, Marie Lou spacca di brutto.
I film sul surf non li ho mai sopportati.

Lucien ha detto...

@ Gianf:
Neanche Point Break? (anche se non è proprio sul surf).
Poi c'è "un mercoledì da leoni"... un cult.

gianf ha detto...

Lucien: Un mercoledì da leoni è stracult, a suo tempo non mi piacque, boh, forse dovrei rivederlo, ma c'è troppo surf. Point break è ottimo anche se ha come protagonisti due attori che non mi piacciono per niente,Reeves poi fa una parte orribile, da infamone galattico.

Blackswan ha detto...

Mi stanno vibrando i vetri delle finestre,penso sia abbastanza alto.:)Grande pezzo davvero.A me sta roba acida,mi fa venire voglia del dopo surf : spiaggia, birra ghiacciata,qualche bionda bay watch,un cannone,all night long ( ma non ho più il fisico e mi limito a far vibrare le fineste ):)

Melinda ha detto...

Hai ragione, le immagini del trailer sono spettacolari.
Musica meravigliosa.
Pensavo ad un viaggio in macchina con Marie Lou ad alto volume, finestrini abbassati, vento tra i capelli...ma sai che bello? :D

Lucien ha detto...

@ black swan:
Beh, è già qualcosa!
Io ogni tanto mi vendico dei vicini e quando lo sento, copro il flauto "secchione" dal timbro insopportabile.

@ melinda:
Bello sì! Questa è voglia d'estate. :)

La firma cangiante ha detto...

Bel pezzo, dei Black Mountain apprezzai molto l'album omonimo.