mercoledì 9 giugno 2010

Ci sono disgrazie peggiori


La collezione estate della teiera volante è in dirittura d'arrivo, ma il pilota è a terra come suo figlio.
Amici e parenti non fanno che ripetere la frase del titolo, però dopo cinque anni (sudati per tutti) trovare all'ultimo istante nella buchetta della posta un gelido telegramma che comunica la non ammissione all'esame di stato, crea una sensazione sgradevole di vuoto e impotenza.
Il tutto mentre il diretto interessato stava studiando in biblioteca convinto di avercela fatta. Passerà. Non cerco alibi, ma conosco bene i meccanismi e ce ne sarebbero di cose da raccontare sulle storture della scuola a cominciare dalla malafede e dall'inettitudine di chi la governa; ora non ne ho nè la forza, né la voglia.

20 commenti:

  1. ti capisco. mia figlia è in V ginnasio ed è come scalare l'everest. per lei come per noi.
    un abbraccio.

    RispondiElimina
  2. E ti capisco anche io ,il mio è prima liceo classico. L'Everest è stato scalato l'annoscorso in V ginnasio , ora è/siamo in viaggio per Martz... coraggio. un abbraccio anche da parte mia a tutti e tre :|

    RispondiElimina
  3. mi spiace.
    un abbraccio anche da me.

    RispondiElimina
  4. ecco, cominciano anche per lui le ingiustizie: con un telegramma, poi, senza spiegarne le ragioni... sempre più disumani!

    (p.s.: non so se verrà doppio, il mio commento, non ho capito se l'avevo inviato)

    RispondiElimina
  5. Mi dispiace. Forse hai ragione, ci sono disgrazie peggiori.
    Il prossimo anno ripartirà avantaggiato e sarà più facile. Forza.
    :)

    RispondiElimina
  6. il valore, l'intelligenza e la maturità di una persona nessun esame potrà mai misurare.
    solo la vita può. e lo farà.

    love, mod

    RispondiElimina
  7. non so se vi potrà sollevare il morale ma anch'io in prima liceo classico venni rimandato a settembre in 4 materie e dopo aver studiato come un pazzo tutta estate venni bocciato: oltre al danno pure la beffa.
    Morale : è solo stata una bella lezione di vita e alla fine mi ha solo reso più forte ( sopratutto in chimica e biologia)

    RispondiElimina
  8. Liceo scientifico E.Pascal di Pompei (NA), quinto anno, il rospo non fu ammesso all'esame di stato. L'anno dopo in un altro liceo di un'altra galassia ho preso un ricco 87, poi mi sono laureato, poi ho trovato un posto di lavoro super gratificante... Se quest'anno è andata così ciccia... C'è di peggio nella vita!

    RispondiElimina
  9. provate a guardarlo come un prolungamento della giovinezza: in fondo che fretta c'è di farsi tritare dal sistema?
    No, scusate, è una cagata, volevo provare a tirarvi su e invece rileggendola mi sa che rischia solo di deprimere ulteriormente...
    Un supermegaabbraccio, ecco tutto, e dài che passerà!

    RispondiElimina
  10. VI ringrazio tutti.
    Euterpe e Rospo, sul solco del vostra esperienza bisogna pensare positivo.

    RispondiElimina
  11. le frasi di circostanza non sono il mio forte, posso solo dire che tutto nella vita serve (tranne le brutte malattie).
    Con gli anni capisci che anche le esperienze sgradevoli ti hanno insegnato qualcosa.

    RispondiElimina
  12. @Harmonica-Tua figlia va al Dante?

    oops- verrebbero a saperlo 4 milioni di internauti...non importa...:D

    RispondiElimina
  13. che vuoi che ti dica...
    da prof devo pensare che qualcosa nella preparazione è andato storto, perchè ti giuro che non è poi così difficile non essere ammessi...
    ma ovviamente non conosco tutta la situazione e non posso dare giudizi.
    L'unica cosa che posso dire è di prenderla come un incidente di percorso, un ostacolo che prima o poi si potrà superare...

    RispondiElimina
  14. il tutolo è giusto! io sono alle prese con quelli di terza media e sembra una mission impossible. Consideranmdo pure che non ha più nemmeno tempo per nulla.

    RispondiElimina
  15. MI spiace un sacco, spero che l'anno prossimo tuo figlio provi una sensazione di riscatto e esca motivato...ecco la motivazione è la cosa più difficile da trovare, ma forse in questo lo puoi aiutare tu. Di cartelle in faccia ne prenderà tante nella vita, le prendiamo tutti, ma se ci si ragiona assieme forse sono uno stimolo a crescere.

    RispondiElimina
  16. Il figlio di mia sorella è sta bocciato in III liceo, l'anno scorso.
    Ti dico semplicemente che è stata una fortuna, ha perso un anno, che tra dieci anni significherà un minuto, e ha imparato sulla sua pelle che le scelte hanno delle conseguenze e che le sue azioni non producono effetti solo sui genitori, ma anche su sè stessi e più si cresce più questo accade. Ora ha finito l'anno con la media del sei e con qualche voto più alto, studiando e scoprendo il piacere di ricevere premi per quello che merita.
    Ha perso un anno ma ne ha guadagnati almeno cinque in maturità e crescita. Auguro a tuo figlio che sia così anche per lui.
    Ronnie

    RispondiElimina
  17. nervo scopertissimo per cui evito di commentar ma capisco benissimo quel che provi

    smile

    RispondiElimina
  18. @ Maurizio:
    Uno zuccherino confronto a certi soggetti frustrati e demotivanti per i ragazzi che auguro di non incontrare mai alle superiori.

    @ Itsas, Zion e Ronnie:
    E' l'augurio migliore.
    Una delle mie impressioni è che oltre a demeriti suoi sia entrato in ballo anche il discorso "occupazione" di cui è stato organizzatore.

    RispondiElimina

Welcome