lunedì 14 giugno 2010

Nostalgia degli anni novanta

In questi giorni ho ascoltato Pilgrim Progress, il nuovo disco dei Kula Shaker (in uscita il 28 di questo mese). Non è male, ma la memoria mi ha riportato agli anni '90, quando uscì K il loro primo album. Ricordo che ascoltavo Govinda a tutto volume; mio figlio era piccolo e divertendoci da matti cantavamo Mio cuggino da Eat the phikis di Elio, uscito lo stesso anno.
Mi è presa una botta di nostalgia per quegli anni; non mi era mai capitato. E' vero che Berlusconi nel 1994 era già sceso in campo con mio sommo disgusto, ma la sua permanenza al governo aveva dato l'impressione di un breve incidente di percorso, in un Paese che dopo i terribili attentati del 1992 a Falcone e Borsellino sembrava stesse voltando pagina. Invece dal 2001 una serie di disgrazie in successione: il ritorno del cainano, le torri gemelle, le guerre, la crisi economica e per concludere la china pericolosamente autoritaria e decadente che abbiamo imboccato. Sono per natura ottimista, ma comincio ad avere difficoltà nel vedere il bicchiere mezzo pieno.
Ogni tanto si fa strada un pensiero, non so quanto consolatorio. Come ho già scritto venerdì commentando nel blog di Marco, c'è sempre voluto un po' di tempo, ma alla fine in Italia i pelatoni boriosi hanno sempre fatto una fine poco gloriosa. L'ultimo fu quello che emigrò in Nord Africa. Varrà anche per coloro che i capelli se li fanno disegnare con il pennarello indelebile?

15 commenti:

  1. C'è una battuta sul 'nuovo' film di ozpetek illuminante. Ora non mi ricordo chi è perchè, ma c'è un protagonista che dice all'altro commentando probabilmente qualcosa che oggi non dovrebbe essere così riplorevole: "Ma dai! Siamo nel 2010!". La risposta: "Esatto! Non siamo più nel 2000!". Cioè non tutto quello che è venuto dopo è necessariamente migliore! :D Tornando alla musica invece, nei '90 4 dischi mi hanno letteralmente cambiato l'esistenza: Ten dei Pearl Jam, Grace di Jeff Buckley, Ok Computer dei Radiohead e I See A Darkness di Bonnie 'Prince' Billy. :)

    RispondiElimina
  2. Anzi con 'Bone Machine' di Tom Waits, arrivo a 5! :D

    RispondiElimina
  3. il problema non sta più nel mezzo pieno o mezzo vuoto, ma nel fatto che nel bicchiere c'è piscia di nano... coraggio, però: sediamoci sulla sponda del fiume come il saggio cinese, e prima o poi vedremo passare il suo cadaverino coi capellini pitturati...

    RispondiElimina
  4. Tranquillo Lu, come cantavano gli Afterhours negli anni 90 : ...non c'è niente che sia per sempre...
    fiducia!

    RispondiElimina
  5. Temo che "coloro che i capelli ..." puntino alla vita eterna...
    Certo è sempre più difficile immaginare il futuro, no?

    RispondiElimina
  6. @ Anthony:
    Condivido la battuta.
    Alla fine degli anni '90 anche gli mp3 e l'adsl hanno cambiato, forse non proprio la mia esistenza, ma le mie abitudini non poco.

    @ Zio Scriba:
    Che brutta la prima immagine! :(
    Molto meglio la seconda. :-)

    @ Euterpe:
    E' vero...speriamo.

    @ Sull'amaca:
    Sì, ormai è un esercizio quasi impossibile per chiunque.

    RispondiElimina
  7. a proposito di pelatone, ringrazia chi non ha votato come te, poteva capitarti il baffuto e nei novanta avresti ascoltato i cori delle operaie di Odessa che sono comunque meglio di kula shaker e elio e le storie tese

    RispondiElimina
  8. @ Anonimo:
    Oh, finalmente un anonimo non firmato!
    Il baffuto chi sarebbe, quella macchietta di Occhetto o D'Alema? (che tra l'altro non ho mai sopportato)
    Mi pare che ci sia stato e che i Cosacchi e le operaie di Odessa non siano arrivati.
    Inoltre che ne sai di quello che ho votato e soprattutto se ho votato?

    RispondiElimina
  9. io voto perchè ci spero ancora che i politici non facciano solo i propri interessi.
    sigh.

    RispondiElimina
  10. Legato a Kula Shaker, ho il ricordo della faccia del negoziante.
    Alla richiesta ,mi guardò male...è lo stesso negoziante a cui anni prima, gli chiesi se aveva l'lp dei Kool & the Gang. Mi rispose dicendomi, con la faccia contrariata, che lui quelle cose lì non le teneva :(

    RispondiElimina
  11. @ ReAnto:
    ...Cioè tutti i gruppi con la Kappa?
    :-D

    RispondiElimina
  12. cul e cula ,il negozio cmq è fallito..non è arrivato al 2000

    RispondiElimina
  13. Lucien, ti porto un saluto da parte di Serri. Ciao.
    :-)

    RispondiElimina
  14. @ Stefania:
    Grazie mille: ricambio! :-)

    RispondiElimina
  15. Govinda era una vera delizia! Speriamo che i Kula un pochino sappiano ripetere quelle note magiche e così coinvolgenti... E poi mi ha detto mio cuGGino che li conosce personalmente e che li trova strafighi... E se lo dice mio cuGGino allora lo dico pure io!

    RispondiElimina

Welcome