venerdì 29 aprile 2011

Dischi del mese - aprile 2011

In estrema sintesi i dischi più ascoltati e piaciuti dell'ultimo mese.

Tune-Yards -  Whokill
Pop creativo e fuori dagli schemi per Merrill Garbus dal New England.
Bodi Bill - What?
Tre tedeschi capaci di maneggiare l'elettronica senza ricalcare formule trite.
Low - C'mon
Il loro slowcore romantico è ormai un marchio di qualità inconfondibile.
Dennis Coffey - Dennis Coffey
Funk Funk Funk!
The Loom - Teeth
Sestetto da Brooklyn (4 maschi + 2 femmine) con un bell'album autoprodotto.
Alela Diane - Alela Diane and Wild Devine
Folk rock tra tradizione, echi Jefferson e cantautorato.
Wye Oak - Civilian
Dream-pop/shoegaze per questo interessante duo di Baltimora. 
Daniele Silvestri - S.C.O.T.C.H.
Ho seguito fin dagli esordi e con crescente ammirazione l'evoluzione artistica di Daniele Silvestri. L'ho visto anche un paio di volte dal vivo divertendomi. Non mi era piaciuto un granché Il Latitante, uscito quattro anni fa. SCOTCH invece è un gradito ritorno su territori già percorsi in passato, supportato però da ottimi testi e diversi ospiti. Ironia, disincanto, politica e poesia nelle parole di uno dei migliori autori del panorama musicale italiano.

11 commenti:

  1. su questi mi cogli abbastanza impreparato..
    tune-yards mi sembra molto interessante, mentre di silvestri non sono mai stato un grande fan
    il disco dei low invece devo ancora sentirmelo per bene

    RispondiElimina
  2. ci sarebbe anche chris bathgate (un po wilco e un po l'ultimo johnny cash)

    RispondiElimina
  3. @ Marco:
    Coglierti impreparato non è facile; è già una soddisfazione. ;)

    @ antony:
    Interessante!

    RispondiElimina
  4. Adoro Silvestri, devo prendere quest'ultimo cd :)

    RispondiElimina
  5. tanta roba, come sempre. e io arranco

    RispondiElimina
  6. @ Maurizio:
    Anch'io arranco, ma 7/8 dischi al mese non me li toglie nessuno.

    @ Baol:
    Se ti piace Silvestri, questo non è forse il più bello, ma uno dei suoi dischi migliori.

    RispondiElimina
  7. tune yards davvero bello: my country, powa e bizness su tutte. bodi bill, coffey e loom da conoscere. diane, low e wye oak non mi hanno convinto, felice x il ritorno di silvestri: prima di essere un uomo tra i miei preferiti italiani di sempre.
    "he said: lou, lou, lou, it's the beginning of the great adventure" ...

    RispondiElimina
  8. Dennis Coffey, Funk Brother, Mr. Chitarra Distorta delle house band della Motown di metà '70, ecco colui che viene...
    http://www.youtube.com/watch?v=M7IRf2ww2Zs&feature=related

    Da avere assolutamente, come minimo, questa raccolta della Vampisoul :)
    http://justfunked.com/?p=4774

    Colgo anche l'occasione per ringraziare nuovamente il padrone di casa per la deliziosa scoperta Tune-Yards :)

    RispondiElimina
  9. @ SigurRos:
    Non c'è di che. Interessante questo justfunked...

    @ Resto in ascolto:
    Belli anche l'esordio omonimo(ascoltato decine di volte) e Il Dado.

    RispondiElimina
  10. Mi piacciono i Low, buoni i Bodi Bill, il resto della truppa li ascolterò. Silvestri ormai lo metto alla stregua di bersani, buone cose all'inizio, poi è diventato insipido. Vedrò se mi convincerà con questo disco, ma la vedo dura.

    RispondiElimina
  11. @ Luciene: l'ho trovato per caso, interessante e pieno di cosucce inedite...;)

    RispondiElimina

Welcome