martedì 24 gennaio 2012

Tornare al muletto?

Effetto domino dopo la chiusura di megaupload. Panico in rete, soprattutto in Usa.
Da noi alcuni servizi funzionano ancora (fileoron, filepost, uploaded) solo che fra account bloccati e cancellazioni a raffica è partita la caccia ai file hosting alternativi tipo iFolder.ru dove però non si capisce una mazza!

MegaUpload - closed.
FileServe - Closing, does not sell premium.
FileJungle - Deleting files. Blocked in USA
UploadStation - blocked in USA
FileSonic - Removes function of sharing.
Uploaded - banned in the USA under FBI investigation.
FilePost - deleting your files (will leave executable files, PDF’s, TXT’s)
Videoz - closed and banned in countries associated with us.
4shared - deleting files with copyright.
MediaFire - called to testify in 90 days. Pro FBI.

15 commenti:

  1. In una settimana ho avuto, dagli USA, piu' visualizzazioni che in tutto l'anno...Questi sono matti!!!

    RispondiElimina
  2. momentaccio ma passerà...

    per uso personale DropBox è fantastico. ti lascio il link se vuoi e registrandoti sia te che io abbiamo un bonus http://db.tt/U4ZiCgd
    ciao ;-)

    RispondiElimina
  3. mi sa che la riposta è nella domanda che ti poni nel titolo del post..e comunque penso che robi abbia ragione...

    RispondiElimina
  4. le alternative ci sono, però questa mi sembra una crociata parecchio fascista...

    RispondiElimina
  5. Cavolo non ho mica voglia di imparare il russo, cmq dropbox, come dice Roby, non è niente male lo uso da tempo.

    RispondiElimina
  6. Magari riprenderemo a comprare i dischi?
    Alla lista si può aggiungere che anche MULO, per gli utenti Mac OS 10.7 (Lion), è fuori uso.

    RispondiElimina
  7. @Joyello : ti posso assicurare che, da quando scrivo sui miei blog, ho ripreso a comprare cd come non facevo da un bel po' di tempo..

    Le azioni donchisciottesche fanno più male agli artisti, che altro...
    Nei blog che frequento si coltiva un amore per la musica, accompagnato da grande competenza, che può solo giovare alla sua diffusione..
    In questo modo si stronca tutto..

    RispondiElimina
  8. Io i dischi li ho sempre comprati, e ultimamente anche i dvd. Quindi non mi faccio alcun genere di problema di coscienza (con le dovute eccezioni, se si tratta di artisti non multi-milionari che si guadagnano da campare unicamente con la propria musica allora sì, ci penso eccome). Ragiono unicamente dal punto di vista di una appassionata che non ha uno stipendio da parlamentare: non si possono spendere 20 euro (se non di più) a scatola (quasi) chiusa per un CD, e una media di 7-8 euro per un film al cinema. Qui non si tratta del tizio che si scarica l'ultimo disco della Pausini o di Celentano, e nemmeno di quello che va al cinema una o due volte all'anno, magari per vedere l'ultimo film con De Sica.

    RispondiElimina
  9. E' un'ingiusta ingiustiziaaa!!!

    RispondiElimina
  10. @ Joyello:
    Quoto totalmente SigurRos. Fra l'altro mai smesso di comprare dischi: magari calato solo un po', soprattutto da quando grazie alla rete c'è la possibilità di schivare la roba indecente. Comunque le strade del Signore sono infinite: da Napster in poi la storia insegna.

    RispondiElimina
  11. Pienamente d'accordo con Lu e Sigur.

    RispondiElimina
  12. In un certo senso è un sollievo, non ascolto più un disco con attenzione da anni, troppa roba, troppe novità, troppe gemme nascoste,troppi gruppi di nicchia. Troppo di tutto.E non parliamo poi dei film.

    gianf

    RispondiElimina
  13. Intanto come risposta alla Sony che appoggia l'azione repressiva della SOPA (Stop Online Piracy Act) in America, il gruppo Anonymous ha messo a disposizione una pagina web con tutto il catalogo Sony (film e musica)da scaricare con torrent.

    pastehtml.com/view/bllpf04jv.html

    RispondiElimina
  14. Ma il muletto non sta perdendo server? :-/

    RispondiElimina
  15. @ Baol:
    Perde colpi, ma resiste gloriosamente con pochi server. Io ormai lo uso raramente.

    RispondiElimina

Welcome