mercoledì 16 dicembre 2009

LP cover art: Brain salad surgery 1973


Non ho mai particolarmente amato Emerson Lake & Palmer e il loro stile barocco, ma questa copertina mi ha sempre affascinato; la vedevo sempre quando entravo nei negozi di dischi e ci passavo ore, specie da Nannucci a Bologna, dove sfruttavo impunemente le cabine insonorizzate facendo indispettire le commesse.
I disegni sono opera di H. R. Giger, artista svizzero (scultore, pittore, designer) famoso per aver creato il mostro Alien nel film di Ridley Scott del 1979. Giger fu contattato dal gruppo e il lavoro fu eseguito in soli due giorni senza bozze o progetti (34*34 cm), il che è incredibile, vista la qualità dei particolari.
Una strana creatura composta da parti meccaniche e da un teschio femminile occupa tutta la facciata della copertina. Una specie di schermo circolare illumina il collo e la parte inferiore del viso, mettendo in evidenza un fallo che si innalza dalla base con il logo del gruppo, volutamente confuso con l'effetto del bagliore Il titolo stesso è un modo di dire meno diretto utilizzato per indicare la fellatio. Le tavole originali dei disegni sono state rubate durante una mostra a Praga nel 2005; è stata addirittura messa una taglia di 10.000 $ sul loro ritrovamento.
Giger nel 2001 ha progettato e costruito un'asta microfono molto particolare da utilizzare dal vivo per il cantante dei Korn.


Il disegno di interno copertina

7 commenti:

  1. Veramente bella questa copertina,io però da appassionato della musica prog di questo disco apprezzo anche il contenuto.Ovviamente per gustare al meglio l'opera grafica bisogna avere la copia in vinile perchè in cd perde tutto.Aggiungo a scanso di equivoci che E.L.P.non sono propriamente prog tipo Genesis,Gentle Giant o Yes però a chi piaceva il prog spesso piacevano anche loro.

    RispondiElimina
  2. Giger ha fatto, tra l'altro, anche (quasi tutte) le copertine dei dischi dei fiorentini Панков (Pankow).

    RispondiElimina
  3. Una copertina davvero accattivante! Il museo a lui intitolato è allucinante, se capiti a Gruyeres facci un salto!

    RispondiElimina
  4. Una delle copertine più belle della storia del rock...non sono un amante del prog e nemmeno di ELP, quindi non posso dire molto sull'album.
    Ma mi alzo in piedi per il ricordo di fu Nannucci a Bologna.

    RispondiElimina
  5. @ Mr Montag:
    Grave perdita! :-(

    RispondiElimina
  6. A proposito di Nannucci vi segnalo che ex-dipendenti hanno aperto un nuovo negozio a poca distanza, in via Dei Monari, "Disco Frisco". Nella stessa via Oberdan dov'era Nannucci ha poi aperto un altro negozio di musica, SEMM, specializzato in rarità e vinili.
    Strano ma positivo che succeda di questi tempi.
    Riguardo gli ELP e Brain Salad Surgery (ringrazio Lucien per avermi svelato il significato!) va detto che erano un po' i saltimbanchi del Prog ma indiscutibilmente hanno fatto anche cose oneste e notevoli. Lake era una voce sublime e buona chitarra acustica, peccato che Emerson straripasse spesso... con un maggiore equilibrio la solita accusa di "barocchismo" (che palle 'ste etichette) non avrebbe mai potuto aderire alla loro musica.
    Ascoltare il primo album per capire cosa intendo dire.

    arc

    RispondiElimina
  7. @ Arc:
    Grazie mille per la segnalazione. Bel nome, mi piace Disco Frisco.

    RispondiElimina

Welcome